L' A N G O L O ..D E L.. S O R R I S O

- Non s'invecchia con l'avanzare dell'età, ma quando si smette di ridere -

Lettori fissi

domenica 4 giugno 2017

OMAGGIO AL GUARDIANO


A volte sali sul palcoscenico
tentando di portarci un po’ della tua vita.

Calpesti quelle tavole in spasmodica ricerca
di un altro punto di vista.



Diventi protagonista e ribalta,
padrone del tuo muoverti e del tuo recitarti,
ti osservi da dentro e da fuori,
- dilatando l'evidente sdoppiamento -


Il punto di vista diviene tridimensionale.

Ti scruti curioso dal pubblico, preoccupato da dietro le quinte, intensamente da dentro ed intorno il personaggio.












Inevitabile che
- scendendo -
brandelli di palcoscenico ingombrino la strada.

Tuo malgrado.








14 commenti:

  1. Caro Franco, non potevi descrivere meglio il nostro grande Guardiano, io ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona e posso affermare che ciò che ai detto corrisponde alle realtà di questo grande personaggio.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tom,
      troppo buono, grazie!
      Un caro saluto ^__*

      Elimina
  2. Caro Franco l'omaggio (o giugno)che fai al Guardiano, è lodevole, ricco di frasi quasi a doppio senso o forse in triplice dimensione, già me lo immagino che si scruta dentro come quel tizio magro che davanti ad un faro alogeno, quasi riusciva a contarsi le costole, poi dimmi quando capita che brandelli di palcoscenico possono finire sulla strada, così evito di transitarci!
    Grande Franco tu si che sei un amico del Guardiano, ti saluto e saluto tutti gli e le amichi di passaggio a questo Angolo quasi morto!

    RispondiElimina
  3. Bell'omaggio.
    Io al guardiano mando un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pat,
      grazie, ricambio di cuore ^__*

      Elimina
  4. Ciao Franco,
    devo ammettere che questa tua gustosa creazione è frutto di un'indagine acuta. Detto in altre parole, mi riconosco nella figura che hai tratteggiato così bene. Ed è pur vero che sono spesso alla ricerca di una ribalta, nei modi naturalmente che mi sono più congeniali. Il mio/nostro merito sta nel cercare visibilità e apprezzamento nel modo giusto, senza strafare o imboccare strade riprovevoli (capisce a mmè).
    Grazie...un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  5. che bella dedica... complimenti!
    ciauuu :)
    esmeralda

    RispondiElimina
  6. Una bella dedica, ha ragione Esmeralda, forse anche troppo per un mediocre ma esibizionista come il Guardiano.
    Bravo Franco!
    Un saluto :-)

    RispondiElimina
  7. Notevole testo Franco. Decisamente sul mio gusto. Nella pratica meditativa l'osservarsi da diversi punti di vista è un tapa del viaggio tra sè e Dio. Conoscendo Guardiano, devo dire che qualche traguardo, in questo senso, l'ha superato. Il suo punto di vista abbraccia tutto dal'alto dell'amore. Ed eccoci nella quarta di dimensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry, grazie dell'affettuosa testimonianza.
      Un abbraccio

      Elimina
  8. Franco...ma non dovevi "irrompere col buonumore?"
    E ti presenti così invece con un brano drammaturgico!
    Ma che descrive alla perfezione però il nostro amico guardiano. Bello davvero...della serie "non si sparano solo "goliardie"...(diciamo cosi😅) qui all'angolo!
    Un abbraccio ragazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pino, grazie per l'"amico".
      Un caro saluto e a presto!

      Elimina
  9. Complimenti per il suggestivo affresco di penna sulla figura del caro guardiano che ci hai lasciato in attesa del suo rientro.
    Un caro saluto ad entrambi

    RispondiElimina